Val Gardena: artigianato, neve, sci, sport e natura

Una tra le località turistiche montane più celebri delle Dolomiti è Val Gardena in Alto Adige; oltre alla sua importanza come località di vacanze invernali è rinomata anche per la sua vocazione allo sci alpino. In Val Gardena si disputano infatti le gare della Coppa del Mondo di Sci e gli impianti del comprensorio sono di altissimo livello e fanno registrare numeri importanti, sia come traffico di utenti, sia come dotazione, visto che si contano ben 175 chilometri di piste da discesa, 83 impianti di risalita e 115 chilometri di piste per lo sci di fondo.



Ai paesaggi mozzafiato delle cime innevate si abbinano gli scenari da fiaba che le piccole e deliziose cittadine offrono ai visitatori quando si imbiancano candidamente di neve; basta dare un’occhiata alle tante immagini in rete dei paesi di Ortisei, Santa Cristina Val Gardena o Selva di Val Gardena per rendersi conto del suggestivo effetto scenografico.

Oltre lo Sci in Val Gardena a richiamare da tutta Europa visitatori e turisti sono l’ottima cucina tipica e lo shopping; sono soprattutto i Mercatini di Natale a farla da padrone, oltre a prelibatezze culinarie, dolci e salate, è possibile acquistare eccezionali opere artigianali, scolpite nel legno da apprezzati scultori locali. I mercatini di Natale in Val Gardena riescono ad esercitare un’attrattiva turistica talmente forte da spingere su queste alture anche visitatori provenienti dal Meridione d’Italia.

La Val Gardena e le sue incantevoli località non sono comunque una meta turistica esclusivamente invernale, anche in primavera ed in estate continuano ad avere un forte appeal e ad essere frequentate da un corposo flusso di visitatori ed entusiasti della montagna.

[Foto www.panoramio.com]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>