Vacanze a Pantelleria, la Perla Nera del Mediterraneo

Pantelleria è una delle più grandi isole satellite della Sicilia e appartiene, territorialmente, alla provincia di Trapani. L’isola di Pantelleria è di origini vulcaniche, questa sua natura è ben visibile dando un’occhiata alle numerose tracce delle antiche colate laviche un po’ ovunque che ne caratterizzano il paesaggio e le hanno fatto acquisire, nel tempo, l’appellativo di Perla Nera.

Sono comunque numerosi i fenomeni di tipo vulcanico riscontrabili in numerose zone dell’isola e che vale la pena di scoprire personalmente, come le fumarole, le saune di vapore caldo all’interno di grotte naturali, le acque calde di Nicà o di Gadir, i fanghi termali del suggestivo lago Specchio di Venere.



Indubbiamente è il mare una delle attrattive principali dell’isola di Pantelleria, che offre una infinità accessi a tratti di mare incantevoli e tutti bizzarramente disegnati dalle colate laviche. Alcuni di questi accessi al mare sono particolarmente pittoreschi, come non citare l’Arco dell’Elefante? Una vera e perfetta scultura di un pachiderma mollemente adagiato sulle costa pantesca.

I fondali di Pantelleria sono ricchi di flora e fauna marina; sono inoltre un importante parco archeologico subacqueo. L’importanza che Cossyra (il nome arcaico di Pantelleria) ebbe nell’antichità, e il grande traffico navale che vi ruotò attorno, sono testimoniati dai numerosi resti sommersi di oggetti e imbarcazioni di varie epoche storiche.
L’isola era rinomata per la grande quantità di ossidiana che vi si estraeva, si tratta di una particolare pietra nera di origine lavica molto diffusa nell’antichità per la realizzazione di monili e utensili da taglio. Ancora oggi molti negozi di souvenir a Pantelleria vendono piccoli manufatti realizzati con questa splendida pietra simile all’onice.


Pantelleria è anche una capitale della enogastronomia mediterranea; qui si produce un grande vino passito, caldo ed ambrato come il sole che cuoce l’isola nei giorni estivi. La cucina pantesca risente notevolmente della vicinanza con il Nord Africa e delle passate dominazioni arabe; sull’isola si mangia un eccellente cous cous di pesce e deliziose sono tutte le preparazioni a base di pescato.

Per quanto riguarda l’ospitalità e le soluzioni di alloggio c’è solo l’imbarazzo della scelta, dalle case vacanza agli hotel; sicuramente la soluzione più caratteristica è il dammuso, la tipica costruzione pantesca con il tetto a cupoletta.

 

[Foto tratte da www.corriere.it www.fasokamba.it http://www.dammusidipantelleria.com/]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>