Vacanza a Lampedusa: Isole Pelagie

Il confine terrestre tra l’Italia è l’Africa è segnato dalla piccola isola di Lampedusa, il più estremo lembo di terra italiana verso sud. Lampedusa dista infatti poche miglia marine dalle costa della Tunisia, perfettamente visibili dall’isola nelle giornate limpide e la sera quando si scorgono i bagliori dei litorali africani.

Lampedusa è molto diversa dalle altre isole che fanno da corollario alla Sicilia; geologicamente appartiene alla placca africana e questo lo si vede dalla sua conformazione e dai suoi colori. Il terreno è di un giallo acceso e la vegetazione è rada e poco visibile. 

Approcciando l’isola dall’aereo (a Lampedusa c’è un piccolo ma funzionale aeroporto civile) il panorama che ci si presenta è quasi selvaggio, l’isola non è rigogliosa e un vento quasi costante ne spazza la superficie brulla. Ma bisogna mettervi piede per comprendere la bellezza di questo luogo quasi fuori dal mondo.



A Lampedusa infatti il tempo sembra seguire ritmi diversi dal resto mondo, tutto scorre con pacatezza;  a questo il turista si abituerà dopo qualche giorno di permanenza sull’isola e ne apprezzerà gli effetti disintossicanti. Le giornate trascorrono placidamente e il carattere gioviale e caloroso dei lampedusani  permette a chiunque di sentirsi come a casa propria.

Le attrazioni turistiche di Lampedusa sono indubbiamente le risorse naturalistiche dell’isola, il mare incontaminato e la sua bellezza aspra e selvaggia. Qui infatti il mare e i fondali sono di indescrivibile bellezza, ricchi di vegetazione e di tante varietà di pesci al punto da offrire la sensazione di trovarsi immersi in un acquario.

La Spiaggia dei Conigli, conosciuta anche come Spiaggia dell’isola dei Conigli, è una incantevole baia, con una spiaggia di finissima sabbia bianca. A proteggere la baia il grosso scoglio noto come Isola dei Conigli che fa da baluardo alle correnti. L’acqua di questa baia è qualcosa di strepitoso, bassa e calda, cristallina e limpida tanto da non far rimpiangere di trovarsi i caraibi; non è una esagerazione, bisogna provare per credere. In questo arenile nidifica annualmente la tartaruga marina Caretta Caretta, anche questo, oltre ad essere un miracolo della natura, è un indice della qualità e dello stato di salute del mare di Lampedusa.


Sono comunque tanti gli anfratti e le spiagge meritevoli di una visita, alcune, le più esclusive, sono raggiungibili soltanto dal mare con una barca; a questo scopo è possibile noleggiare una barca al porticciolo o prendere parte alle escursioni organizzate, che prevedono spesso oltre al giro dell’isola anche il pranzo a bordo.

4 thoughts on “Vacanza a Lampedusa: Isole Pelagie

  1. grazie, per questo bellissimo post!

  2. Grazie a te per il commento, è solo la parte iniziale di una completa guida turistica sulla splendida isola di Lampedua che voglio mettere on line. Ovviamente se ti va di contribuire alla stesura della guida, sei la benvenuta!
    Gabriele

  3. Pur lavorando in una struttura di un’altra zona, vorrei spezzare una lancia a favore di Lampedusa, specie in questo periodo in cui di Lampedusa si parla in relazione a temi non proprio legati alla sua bellezza. Infatti, avendo lavorato per parecchio tempo in una struttura ricettiva dell’isola, ed essendo in contatto con diversi proprietari di strutture (hotel, appartamenti), ho avuto notizia di un calo notevole di visite nell’isola.
    La stagione, insomma, comincia male.
    Però, Lampedusa è meravigliosa. Alcuni suoi luoghi danno realmente la sensazione di essere incontaminati, e non è una sensazione che ho avuto spesso nei miei ultimi spostamenti.
    Insomma, visitare Lampedusa è una bella emozione, e non bisogna farsi influenzare da problemi che, pur rilevanti, non spostano di una virgola la possibilità di godersi una vacanza unica.

  4. […] è stata gestita in maniera lodevole. La guerra in Libia sembra essere alle battute finali e il turismo a Lampedusa sembra avere trovato nuovi stimoli e suscitato nuovo […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>